HomeMotoriIonity: il partner per un viaggio senza preoccupazioni nell'era dell'auto elettrica

Ionity: il partner per un viaggio senza preoccupazioni nell’era dell’auto elettrica

L’orizzonte dell’elettromobilità splende sempre più luminoso, mentre la rete di ricarica Ionity si espande a grandi passi, tessendo una trama sempre più fitta di punti di sostegno per i viaggiatori del domani. Superando la soglia delle 600 stazioni disseminate attraverso l’Europa, Ionity rappresenta un faro di innovazione e praticità per chi sceglie l’auto elettrica. Con 3.382 punti di ricarica ad alta potenza (HPC) già attivi e altri 96 in cantiere, l’impresa si conferma come un pilastro dell’infrastruttura di mobilità sostenibile, determinante per l’accelerazione verso un futuro a zero emissioni.

La corsa verso l’espansione

Mentre gli automobilisti osservano il progresso con attenzione, Ionity non si riposa sugli allori. I piani per il futuro sono già ben delineati: entro il 2025 la mappa sarà punteggiata da oltre 1.000 stazioni HPC, che si tradurranno in circa 7.000 colonnine di ricarica, diffondendo così un’infrastruttura ancora più capillare. L’espansione non è solo numerica, ma anche qualitativa, con l’ammodernamento delle stazioni esistenti per incontrare la domanda crescente che segue il proliferare dei veicoli elettrici sulle strade del vecchio continente.

Un vantaggio economico per gli e-drivers

Comprendendo la necessità di un’adozione più ampia della mobilità elettrica, Ionity ha introdotto una politica di prezzi più accessibile per gli utenti. Il recente abbattimento dei costi dell’abbonamento Passport a soli 5,99 € al mese, con un supplemento di 0,59 € al kWh per la ricarica, è un’offerta allettante che permette agli e-drivers di viaggiare con maggiore serenità economica. Questa strategia non soltanto aggiunge convenienza al processo di ricarica, ma è anche un potente incentivo a favore dell’ecosostenibilità.

La rete Ionity in Italia

Il sole dell’innovazione illumina anche il Bel Paese, dove la rete Ionity ha già impiantato 34 stazioni e ne sta costruendo altre 8. Ogni stazione, con una media di 6 colonnine, è posizionata strategicamente in città chiave e lungo le arterie principali, come Bologna, Napoli, Roma e Trento, rendendo il viaggio su strada con veicoli elettrici non solo possibile, ma anche piacevole e spensierato. Questa diffusione sottolinea l’impegno di Ionity nel supportare l’adozione dei veicoli elettrici nel tessuto automobilistico italiano.

La strada verso la mobilità verde

Ionity non è semplicemente un fornitore di infrastrutture di ricarica; è un visionario leader della transizione verso la mobilità sostenibile. Il suo impegno incessante nell’ampliare e ottimizzare la rete di stazioni HPC è una chiara dimostrazione della dedizione a un futuro più pulito. Mentre ci avviciniamo a nuove frontiere nel mondo dell’automotive, possiamo aspettarci ulteriori progressi e innovazioni dalla parte di Ionity, che senza dubbio continuerà a guidare lo sviluppo verso orizzonti inesplorati di elettromobilità e sostenibilità ambientale.

Daniele Scala
Daniele Scala
Mi chiamo Daniele, classe 1989, con una laurea in lettere originario di Bologna. Mi occupo di molte cose nella vita, gioco a calcio, mi piacciono le nuove tecnologie e tutto ciò che ci porta verso il futuro.
ARTICOLI CORRELATI

Articoli recenti