HomeMotoriMotori a biometano da 13 litri: Scania guida il cambiamento

Motori a biometano da 13 litri: Scania guida il cambiamento

Il settore automotive sta attraversando un’era di cambiamenti fondamentali, mosso dall’irrefrenabile esigenza di ridurre l’impatto ambientale. In questo contesto, il biometano emerge come un protagonista indiscusso nella corsa verso la sostenibilità. Carburanti come il Bio-LNG e il Bio-CNG, derivanti da fonti rinnovabili, sono al centro di questa rivoluzione verde, poiché offrono una soluzione tangibile per la decarbonizzazione dei mezzi pesanti su strada. Il biometano, in particolare, si pone come un’alternativa ecologica e immediatamente adottabile per i trasportatori che mirano a un futuro a basse emissioni di carbonio.

Scania guida l’innovazione nel biometano

Scania, colosso dell’industria dei veicoli pesanti, ha intrapreso un percorso di innovazione e sostenibilità, posizionandosi come leader nel panorama del biometano. L’introduzione dei nuovi motori da 13 litri specificamente progettati per il biometano rappresenta un salto di qualità per il marchio. La combinazione di questi motori con tecnologie all’avanguardia come il cambio Opticruise G25 e il differenziale posteriore R756 è un connubio vincente. Questo assemblaggio promette una riduzione del consumo di carburante fino al 5% per le applicazioni a lungo raggio, nonché una guidabilità e prestazioni top di gamma che non mancheranno di stupire anche i conducenti più esigenti.

Un’infrastruttura in crescita per il biometano

La diffusione del biometano come carburante d’elezione per il trasporto pesante su strada dipende fortemente dall’espansione della rete di distribuzione. L’Europa assiste a una rapida crescita nel numero di stazioni di rifornimento, alimentata dall’incremento della domanda e dall’interesse manifestato da grandi nomi del settore dei carburanti. La riduzione delle emissioni di CO2 non è più un’esclusiva delle aziende ecocompatibili, ma una necessità impellente che si fa strada tra tutti i trasportatori, a testimonianza di un cambiamento di mentalità ormai diffuso.

Potenza e versatilità: i nuovi motori a biometano di Scania

I nuovi propulsori a biometano di Scania non sono altro che una versione evoluta e potenziata del già affermato motore da 13 litri e 410 CV che l’azienda offre da anni. Questi motori, oltre a soddisfare le future normative sulle emissioni, portano in dote una potenza di 460 cavalli e un’impressionante coppia di 2.300 Nm, garantendo così contributi significativi al percorso di decarbonizzazione. La versatilità è un altro punto di forza: un trattore stradale equipaggiato con serbatoi di Bio-LNG ad alta capacità può vantare un’autonomia eccezionale di fino a 1.800 km, rendendo questi motori adatti a una varietà di settori e applicazioni.

Verso un futuro sostenibile nel trasporto su strada

In conclusione, il biometano si sta affermando come una delle soluzioni più promettenti per un settore dei trasporti più pulito e sostenibile. Scania, con il lancio dei suoi motori a biometano, non solo afferma la propria leadership tecnologica, ma incapsula anche la visione di un futuro dell’automotive profondamente rispettoso dell’ambiente. Questi nuovi propulsori sono la dimostrazione tangibile di un impegno che va oltre le dichiarazioni d’intenti, plasmando la strada che conduce alla realizzazione di un’industria dei trasporti responsabile e innovativa.

Daniele Scala
Daniele Scala
Mi chiamo Daniele, classe 1989, con una laurea in lettere originario di Bologna. Mi occupo di molte cose nella vita, gioco a calcio, mi piacciono le nuove tecnologie e tutto ciò che ci porta verso il futuro.
ARTICOLI CORRELATI

Articoli recenti