HomeMotoriI test Euro NCAP: analisi dei risultati e tendenze nell'industria automobilistica

I test Euro NCAP: analisi dei risultati e tendenze nell’industria automobilistica

L’evoluzione della sicurezza automobilistica è un tema che catalizza l’attenzione di noi appassionati del settore, e al centro di questo scenario troviamo Euro NCAP, il baluardo indipendente che valuta con precisione la sicurezza delle nostre quattro ruote. L’ultima serie di risultati emessi dall’ente ha gettato luce su un trend preoccupante: l’incremento delle dimensioni e del peso delle automobili. Una preferenza dei consumatori per macchine più imponenti, unite alla necessità di alloggiare batterie per i veicoli elettrici, ha creato un’inevitabile crescita in termini di massa veicolare. Solo tre delle undici vetture testate si collocano sotto la soglia delle due tonnellate, e soltanto la Smart #3 si mantiene nell’ambito delle compatte. Questo aumento non solo rappresenta un rischio per la sicurezza di altri utenti della strada ma minaccia anche l’ambiente a causa del minor rendimento energetico.

Primo piano sui risultati dei crash test

Analizziamo ora i risultati specifici che hanno emerso dal banco di prova Euro NCAP. La Volkswagen ID.7 ha brillato con cinque stelle e un encomiabile 95% in protezione degli adulti, uno dei migliori risultati del 2023. La BMW Serie 5 non è stata da meno, distinguendosi con un 89% nella stessa categoria, sebbene con punteggi più modesti per i sistemi di assistenza alla guida. Per quanto riguarda la Mercedes-Benz EQE SUV, i riflettori si accendono sui suoi sistemi di assistenza, premiati con l’85%.

I costruttori asiatici come BYD con i suoi modelli Tang e Seal-U hanno raggiunto traguardi notevoli, con percentuali di protezione adulti e bambini che sfiorano l’eccellenza. La Kia EV9 ha confermato l’alto standard di sicurezza con un distinto 88% nella protezione dei bambini e un robusto 83% nei sistemi di assistenza alla guida. La Xpeng G9 prosegue la marcia di alta sicurezza con un 85% sia per adulti sia per bambini, mentre la Smart #3, nonostante le sue dimensioni ridotte, raggiunge un eccellente 90% nella protezione degli adulti.

Non tutte le vetture, però, hanno brillato allo stesso modo. La Honda ZR-V si è fermata a quattro stelle, con un 68% nei sistemi di assistenza alla guida, mentre la Hyundai Kona ha sfiorato le tre stelle con un 60% nei sistemi di assistenza e un 64% nella protezione degli utenti vulnerabili della strada.

Le riflessioni finali di Euro NCAP

Il Segretario generale di Euro NCAP, Michiel van Ratingen, ci ricorda che non dobbiamo lasciarci ingannare dalle apparenze: il peso non è sempre sinonimo di sicurezza. La tendenza verso veicoli più grandi è alimentata dal gusto dei consumatori e dalle necessità tecniche legate all’elettrificazione, ma questi colossi della strada non vantano necessariamente un’efficienza energetica superiore né un impatto ridotto in caso di collisione, soprattutto con veicoli di minori dimensioni o con pedoni e ciclisti.

Nonostante questo, la risposta generale dei produttori alle nuove direttive di sicurezza del 2023 è più che positiva. La maggior parte delle auto testate ha ottenuto il massimo riconoscimento di cinque stelle, segno di un impegno costante nell’innalzamento degli standard di sicurezza automobilistica. Un traguardo che testimonia un forte impegno verso la protezione di chi siede al volante e di chi condivide la strada.

Chiara Mancini
Chiara Mancini
Molto piacere, sono Chiara, ho 36 anni e dopo aver girato il mondo e vissuto in ben 4 nazioni differenti (Spagna, Inghilterra e Stati Uniti oltre che l'Italia) ho deciso di tornare a casa. Vivo a Milano e mi occupo di stesura articoli, traduzioni ed interpretariato.
ARTICOLI CORRELATI

Articoli recenti