HomeMotoriIl futuro dell'automobile è cinese: la WEY 03 sta cambiando le regole...

Il futuro dell’automobile è cinese: la WEY 03 sta cambiando le regole del gioco!

Great Wall Motor (GWM) non è ancora un nome che risuona nelle orecchie di molti appassionati europei, ma questa realtà industriale cinese, fondata nel 1984, si appresta a cambiare la percezione globale del marchio con un piano di espansione ambizioso. Nota in patria per la sua associazione con uno dei simboli nazionali più riconosciuti al mondo, la Grande Muraglia, GWM sta ora puntando a conquistare il mercato europeo a partire dal 2024.

Design esterno: un mix di dimensioni e stile

Con un occhio di riguardo al SUV compatto ibrido plug-in WEY 03, questo veicolo di Segmento C sfoggia dimensioni che lo avvicinano più ad un Segmento D, con i suoi 4,67 metri di lunghezza, quasi in linea con il BMW X3. Ciò che lo distingue e gli conferisce una percezione di compattezza sono i dettagli stilistici orientali, come le rifiniture cromate o satinate e la grande griglia frontale con il logo verticale che la spartisce. I fari affusolati con luci diurne a tre elementi verticali sottolineano ulteriormente la sua identità estetica.

Interni: lusso e funzionalità

La WEY 03 si posiziona nel segmento alto del mercato dei SUV compatti, con un habitacle che ne riflette le ambizioni. Gli interni sono curati e lussuosi, con materiali quali ecopelle, Alcantara e gomma di alta qualità, nonché inserti metallici raffinati, come quelli degli altoparlanti dell’impianto audio Harman a 12 altoparlanti. L’interno è progettato per massimizzare lo spazio e la funzionalità, con un tunnel centrale contenente un vano portaoggetti e una piastra per la ricarica wireless, oltre a prese di ricarica retroilluminate strategicamente collocate.

L’interazione con il veicolo si svolge attraverso una triade di schermi: il cruscotto, il display per climatizzatore e altre funzioni, e il display principale dedicato all’infotainment. Nonostante la mancanza di comandi fisici, il sistema è intuitivo ma richiede un periodo di adattamento.

Spazio per i passeggeri e capacità di carico

Nella zona posteriore, i passeggeri godono di spazio a sufficienza per testa e gambe, anche nel posto centrale, a dimostrazione di una progettazione interna accurata. Vi è, tuttavia, una discrepanza tra le dimensioni esterne del veicolo e la capacità di carico del bagagliaio che conta 352 litri, espandibili a 1.289 litri abbattendo gli schienali.

Performance e guida

Sul fronte delle prestazioni, la WEY 03 non delude. Il powertrain ibrido associa un motore a benzina 2.0 a quattro cilindri da 204 CV con motori elettrici, toccando i 367 CV per la versione a trazione anteriore e 442 CV per quella integrale. Questa potenza si traduce in accelerazioni notevoli, mantenendo comunque un’esperienza di guida confortevole e piacevole, grazie a uno sterzo leggero e a un assetto capace di assorbire le irregolarità della strada. L’autonomia in modalità elettrica è significativa, supportata da una batteria da 34 kWh, ricaricabile sia in corrente continua che alternata.

Un futuro promettente

Interessante è la curiosità sulla nomenclatura dei modelli: il SUV era conosciuto come WEY Coffee 01, ma GWM ha optato per una semplificazione, raggruppando i marchi WEY e ORA sotto la singola entità GWM. Questo permetterà una maggiore coerenza e riconoscibilità nel mercato.

ARTICOLI CORRELATI

Articoli recenti